Nell’anno 1984 una sera, di fronte ad una macchina da scrivere, a casa di Renato Meregalli (attuale Sindaco) con Luca Geronico e Michele Redaelli nasce l’APO Vedano.
Primo presidente fu Fabrizio Meregalli.
La società basa la propria attività su una visione ispirata alla concezione cristiana dell’uomo e della realtà.
L’associazione è sempre stata percepita, non come un gruppo a se stante, ma inserito nell’oratorio e quindi nella comunità parrocchiale.
Per arrivare al logo che ancora oggi campeggia sulle maglie si decise di indire un concorso: la vincitrice fu Laura Rossi (ex proprietaria della cartoleria di via S.Stefano).
La natura di polisportiva voluta sin dall’inizio era per valorizzare i tre sport principe di quegli anni: basket, calcio e pallavolo.
Nei primi anni di fondazione basket e calcio la fanno da padrone.
Il basket fu il primo sport iscritto in CSI, sposando a pieno il progetto sportivo ed educativo.
Gli allenamenti di basket erano fatti nella palestra dell’oratorio (attuale auditorium M.Cavenaghi) per poi spostarsi negli anni successivi, come per le partite, nella palestra di via Italia.
Stesso assetto per la squadra di pallavolo femminile che arrivo nei primi anni 90 e durò sino al 1995-96.
Finalità ultima dell’APO è da sempre, collaborare all’educazione umana e religiosa dei propri associati, utilizzando lo sport come mezzo di formazione fisica e di maturazione individuale: lo sport non è e non può essere totale e unico, per cui l’associazione nella sua attività ha sempre collaborato con la famiglia, con le strutture educative e sociali.
Negli anni antecedenti la fondazione dell’associazione, in oratorio esistevano altre due società sportive: US Casa del Giovane e Basket Vedano.
Entrambe praticavano basket e la pallavolo solo per US Casa del Giovane.
Tra i giocatori c’era anche Maurizio Venturelli (2° presidente).
Curiosità da ricordare, il fatto che si giocasse come basket nel campo dell’ex-oratorio femminile all’aperto anche d’inverno!!! Mentre la pallavolo era praticata presso la palestra di via Italia.
Dopo il fervore dei primi anni, il basket lasciò presto spazio alla pallavolo femminile dapprima e poi a quella maschile dove arrivarono i primi successi.
Nel basket dell’epoca giocavano Luca Geronico (ex socio fondatore) e Attilio Viganò (4° presidente) e tanti altri ragazzi di Vedano.
Si arrivò presto agli anni 90 dove il calcio a 7 aveva una media di 2/3 squadre iscritte a stagione, una di basket e una per la pallavolo femminile poi maschile.
Punto più alto come numero di squadre iscritte al CSI fu il 1995-96 con 5 squadre, con un totale di 66 atleti iscritti:
- pallavolo femminile: 15 iscritte
- pallavolo maschile: 14 iscritti
- calcio a 7 Open maschile: 11 iscritti
- calcio a 7 Open maschile: 12 iscritti
- cadetti: 14 iscritti

La pallavolo femminile e una open maschile l’anno successivo chiusero i battenti.
La pallavolo maschile, l’anno successivo, dopo aver vinto il proprio girone qualificandosi per le fasi finali provinciali, nel 1997-98 venne fusa con alcuni innesti femminili per arrivare ad iscrivere la pallavolo mista che durò per una stagione.
Dopo dieci anni di alti e bassi, durante i quali altre società sportive attive sul territorio avevano squadre, il basket e la pallavolo vengono messi nel cassetto, per lasciar spazio al travolgente successo del calcio a sette che faceva e fa innamorare, bambini, ragazzi e adulti.
Tra la metà degli anni 90 e il nuovo millennio la società ha attive 3 squadre nelle categorie Cadetti, Juniores e Open.
Tutte si comportano bene nei loro campionati: famosi sono i successi dell’Open più anziana, che arrivò in fondo sino ad arrivare alla categoria Eccellenza CSI nel 1995.
Da sempre l’APO sostiene i propri iscritti coinvolgendoli nell’attività oratoriale e sociale del paese.
Famosissimo sino al 2008 è stato il torneo serale a 6 giocatori organizzato dell’APO (il primo fu organizzato nel 1985) riservato dapprima ai soli residenti e poi rivisto causa scarsa affluenza di giocatori con i requisiti richiesti.
Da qualche anno il torneo estivo è proposto con formule diverse per far giocare i giovani di Vedano.
Costante degli anni 2000 è il calcio a 7 che attraverso le sue squadre attira in oratorio ragazzi di tutte le età.
Nel 2003 c’è l’ultimo cambio alla presidenza APO: il titolo passa da Attilio Viganò a Massimo Montrasio.
Quest’ultimo era già stato giocatore della squadra Cadetti a metà anni 90.
L’avvicendamento porta nuove forze (che intanto si era arrivati ad avere una sola squadra iscritta al campionato Open maschile del calcio a 7) nell’associazione che da subito propone 3 squadre: Open, Juniores e Giovanissimi.
La contemporanea presenza delle squadre dura un triennio.
Da allora la squadra Open è il punto fermo della società che è la fucina nella quale vengono allevati gli allenatori per le squadre giovanili.
Da diversi anni l’APO chiede ai suoi educatori sportivi di diventare allenatori a tutti gli effetti chiedendo di partecipare al corso CSI e ai successivi clinic di aggiornamento, garantendo un’offerta completa ai propri atleti.
La volontà è quella di favorire la crescita psico-fisica della persona, passando per la socializzazione e l’amicizia delle persone.
Il punto più alto del nuovo millennio è raggiunto dalla squadra Open nel 2007/08 quando vince il campionato che la porta in serie B.
La vittoria del torneo invernale garantisce l’accesso alle fasi finali: alla fine di una serie di partite avvincenti e una finalina per il 3° e 4° posto, dove viene acciuffato il pareggio all’ultimo minuto, l’APO vince ai rigori, arrivando terza nella prestigiosa Coppa Plus.
Gli anni successivi portano la squadra Open sino alla serie A: il campionato 2013-14 appena conclusosi ha visto la retrocessione in B dopo tre anni in A.
Sull’onda lunga della squadra Open nascono diverse squadre che dapprima sono Allievi, Juniores, Top Junior per poi arrivare sino all’Open.
Oramai punto fermo da diversi anni è il calcio femminile.
In questi anni l’APO partecipa sempre di più alle iniziative CSI: Natale degli Sportivi, progetto Carceri CSI, ecc.
Le sempre più mutevoli condizioni sociali e di rispetto di norme CONI portano alla decisione di ammodernare il vecchio statuto oramai datato 1984.
Così nel 2012 viene redatto l’ultima copia dello statuto attualmente vigente presso l’associazione.
La stagione 2013-14 appena conclusa ha visto 3 squadre iscritte: due calcio a 7 Open maschile e una calcio a 7 Open femminile per un totale di 52 tesserati.
La stagione 2014-15 vede al via tre squadre di calcio a 7: Open B e C maschile e Open Femminile.

Developed by Tia